Cataratta

Dr. Giorgio Delorenzi
A cura del Dr. Giorgio Delorenzi
Oculista

Cos'è Cos'è

La cataratta è una condizione che provoca la riduzione della trasparenza del cristallino, provocando il fastidioso effetto di disturbare o addirittura impedire la corretta visione.

Il cristallino è un organo posto all'interno dell'occhio che ha l'importante funzione di lente accomodativa. Permette quindi il passaggio della luce diretta sulla retina e sotto il comando del muscolo dell'accomodazione mette a fuoco le immagini in base alla distanza di fissazione dell'occhio.

Cause Cause

Esistono diversi tipi di cataratta: le forme congenite giovanili, le forme secondarie ad altre patologie ma le più frequenti sono quelle senili.

Gli agenti causali vanno quindi cercati in malformazioni congenite, uso di farmaci primo tra tutti il cortisone, traumi oculari, esposizione ai raggi ultravioletti, ma la maggior parte delle cataratte vengono provocate dal processo di invecchiamento dei tessuti.

Non esiste, in quest'ultimo caso, modo di proteggersi o di ritardarne la comparsa.

dottore e dottoressa

Consulta la lista degli specialisti disponibili che si occupano di Cataratta. Verifica gli specialisti vicino a te 

Sintomi Sintomi

I disturbi provocati sono quelli di una progressiva mancata trasparenza di una lente.

I disturbi insorgono con iniziali segni di riduzione di sensibilità alla luce, i colori vengono percepiti più attenuati, non si riesce a percepire la differenza del contrasto, con il tempo a questi disturbi della qualità della visione si aggiungono anche quelli della quantità della visione, e quindi a un esame del visus il paziente si accorge di non percepire il numero giusto di righe della tabella ottometrica.

Questi fastidi incidono sul singolo paziente in maniera diversa in base alle esigenze, all'età e anche allo stato sociale: è ovvio che la stessa riduzione della prestazione visiva provocherà limitazioni diverse se una persona è in piena attività professionale, se guida la macchina o altri veicoli o se è solo un anziano confinato alle più semplici attività in sede domestica.

Nel caso delle cataratte congenite invece, specie se monolaterali, la presenza di cataratta provoca importanti limitazioni del visus inducendo, se non trattata, una irreversibile ambliopia (occhio pigro).

Diagnosi Diagnosi

La cataratta viene facilmente identificata nel corso di una semplice visita oculistica con l'esame del segmento anteriore tramite uno strumento chiamato lampada a fessure. Esistono anche strumenti più sofisticati che possono studiare con precisione l'entità e la progressione della cataratta stessa.

  Scopri gli Specialisti che si occupano di
Cataratta vicino a te 

Rischi Rischi

Oltre ai disturbi del visus la cataratta non espone a sostanziali rischi l'occhio interessato. 

Può comunque essere importante il ruolo nella gestione della pressione intraoculare, nel senso che un cristallino catarattoso per aumento di volume ostacola il deflusso dell'umore acqueo.

In altri casi la presenza di cataratta riduce la possibilità di esplorare il fondo oculare o di eseguire trattamenti laser fotocoagulativi con conseguente ritardo dell'esecuzione di una diagnosi o di una terapia.

Cure e Trattamenti Cure e Trattamenti

Il trattamento della cataratta è di natura esclusivamente chirurgica. Non esistono terapie mediche tramite somministrazione di farmaci per via locale o generale che possano risolvere il problema o anche ritardarne la comparsa.

Quindi laddove l'oculista e il paziente lo ritengano necessario, si deve eseguire l'asportazione del cristallino opaco e impianto di una lente intraoculare artificiale.

La chirurgia della cataratta ha subito una evoluzione importantissima, raggiungendo un livello di semplice esecuzione, bassa compromissione del paziente tale da farne l'intervento più praticato al mondo in tutte le specialità medico chirurgiche.

Ulteriore semplificazione si è ottenuta con la possibilità di eseguire la metodica con semplice anestesia locale o ancora meglio topica (utilizzando solo anestetico in collirio) e senza richiedere ricovero del paziente in ambiente ospedaliero.

Anche i costi economici di gestione si sono ridotti in maniera significativa rispetto al passato.

La metodica più praticata consiste nello scioglimento del cristallino tramite ultrasuoni (faco-emulsificazione) aspirazione delle masse residue e impianto successivo di una lente intraoculare pieghevole che penetra all'interno dell'occhio tramite un'apertura della dimensione di poco superiore al millimetro.

Un ulteriore raffinamento ed evoluzione della tecnica si è ottenuta con il laser a femtosecondi, che permette di eseguire alcuni passaggi dell'intervento sinora eseguiti manualmente con procedure automatizzate e gestite direttamente dal laser.

Tutto questo ancora richiede un processo di perfezionamento e contenimento futuro dei costi di gestione, ecco perchè la femtocataratta ancora è proposta ad un numero limitato e selezionato di pazienti.

Sta di fatto che quello che una volta veniva considerato un processo patologico irreversibile e fortemente limitante l'aspetto sensoriale di una persona sino a condurla alla cecità e all'ipovisione, oggi è diventato un piccolo problema risolvibile in una manciata di minuti.

Dr. Giorgio Delorenzi
A cura del Dr. Giorgio Delorenzi
Oculista

Specialisti che si occupano di cataratta

Scegli la provincia di tuo interesse e prenota gratuitamente una visita in pochi click.

oppure scegli una provincia

I tuoi Medici preferiti

Caricamento...