Categoria: Andrologia

L’Andrologia è la branca della medicina che studia la sessualità e la funzione riproduttiva del maschio, focalizzando i propri studi sulla disfunzione dell’apparato riproduttore e urogenitale. Rappresenta, per il maschio, l’equivalente della ginecologia per la donna, che è la scienza che si occupa delle disfunzioni tipiche dell’apparato riproduttivo femminile.

Prenota un Andrologo con Gotoorder

Cause e cure dell’emospermia

di Irene Reverberi,

Nell’uomo può capitare che compaiano alcune macchioline di sangue visibili ad occhio nudo nello sperma o liquido seminale. È abbastanza frequente e spesso, essendo transitorio, non ha molto significato, anche perché si manifesta non più di 2 volte o a partire dai 30-40 anni un po’ di più. Se si dovesse verificare con molta frequenza e nel proprio ramo di famiglia vi sono stati casi di neoplasie alla prostata o a qualche altro organo dell’apparato genitale o si è affetti da qualche patologia ai genitali, è consigliabile rivolgersi all’urologo.

Continua

Fattori di rischio dell’ipertrofia prostatica benigna

di Irene Reverberi,

Sveliamo subito cosa si intende con IPB dicendo che I= Iperplasia P= Prostatica B= Benigna. E’ utile sapere che è un problema non così raro in età puberale, intorno ai 25 anni, con recidive e ripercussioni nelle età più avanzate. L’IPB consiste nell’ingrossamento della prostata di natura benigna e si chiama anche ipertrofia prostatica o infine ostruzione prostatica. In parole semplici va spiegato che quando la ghiandola si ingrossa, comprime l’uretra e porta all’ispessimento della vescica; ciò significa che si hanno problemi nello svuotamento completo vescicale con il conseguente problema della ritenzione idrica.  
Continua

La borsa vuota e la fertilità

di Irene Reverberi,

Quando, in relazione alla fertilità, parliamo di “borsa vuote” ci riferiamo ad un problema chiamato in medicina criptorchidismo che colpisce soltanto gli uomini. Il termine deriva dal greco kruptos ed orkus ossia “nascosto” e “testicolo”. Quest’assenza può essere relativa ad uno solo dei due o ad entrambi; in base alla situazione, la fertilità dell’uomo può essere compromessa o ridotta.

Continua

L’ipogonadismo maschile è ancora un tabù?

di Barbara Maniscalco,

L’ipogonadismo maschile consiste in una riduzione della funzionalità dei testicoli, che comporta un’inadeguata secrezione di androgeni e/o un deficit nella produzione di spermatozoi. Viene definito primario quando deriva da una patologia dei testicoli che compromette la produzione di testosterone e può  alterare i tubuli seminiferi, con oligospermia (o azoospermia) e aumento dell’ormone follicolo stimolante (FSH) e dell’ormone luteinizzante (LH); l’ipogonadismo maschile secondario  deriva da disturbi dell’asse ipotalamo-ipofisario che altera la secrezione delle gonadotropine. Continua

Infertilità maschile e obesità

di Guido Cocozza,

Infertilità maschile e obesità

L’infertilità maschile è una patologia sempre più in crescita soprattutto nei paesi industrializzati che procura a molte coppie problemi nell’avere figli.

Numerosi studi hanno evidenziato una stretta correlazione tra infertilità maschile e obesità aggiungendo, ai già noti problemi del sovrappeso, difficoltà nella procreazione. Continua

Infertilità maschile: nuove mode e cattive abitudini

di Francesca Romana Bergamo,

Eiaculazione ritardata: quando l’orgasmo non arriva

Guarda figlio, un giorno tutto questo sarà tuo!”. Quante volte abbiamo sentito pronunciare questa frase, in un film o magari per scherzo tra amici. O forse l’abbiamo recitata nella nostra testa come desiderio, per provare come suonerà dirlo ai figli che verranno.

E se questi non dovessero venire? La specie umana è tra le meno fertili del regno animale. Si calcola che, per la donna, la possibilità di essere fecondata nel suo periodo fertile non superi il 25%. Le chance, come si sa, diminuiscono con il passare degli anni. È classificata come “infertile” o “subfertile” la coppia che non ottenga un concepimento dopo 12 mesi di rapporti liberi e non protetti.

Continua

Postite: cause, sintomi e cure.

di Guido Cocozza,

Postite

La postite è una patologia che colpisce gli individui di sesso maschile in cui si ha un’infiammazione del prepuzio, lo strato di pelle sottile che riveste il glande quando il pene è in riposo e che si ritrae durante l’erezione.

Le cause della postite possono essere di diversa natura ed è fondamentale una visita andrologica accurata per evidenziarle e sottoporsi alla cura adeguata. Se trattata tempestivamente la postite è facilmente curabile senza incorrere a complicazioni. Continua

Dispermia: analizziamo le cause che la provocano

di Guido Cocozza,

Dispermia cause

La dispermia è la condizione in cui il liquido seminale maschile non ha tutte le caratteristiche idonee per essere in grado di procreare attraverso un normale rapporto sessuale.

Le cause che provocano la dispermia possono essere di diversa natura ed è importante effettuare una diagnosi accurata per determinarle e seguire una terapia adeguata. Continua

Dispermia e infertilità maschile

di Guido Cocozza,

Dispermia e infertilità maschile

La dispermia è una patologia maschile in cui si ha un’alterazione dei valori del liquido seminale in termini quantitativi (ossia la concentrazione di spermatozoi) o qualitativi (ossia le caratteristiche degli spermatozoi).

Analizzare queste alterazioni è fondamentale in quanto sono strettamente legate all’infertilità maschile e alla capacità di procreare. Continua